it.e-administracja.net

La conquista di Alison, il direttore delle crociere

La conquista di Alison, il direttore delle crociere

Il capitano si è rivolto ai passeggeri ieri per spiegare il rischio di transito nel Golfo di Aden. Il Seabourn Pride era su una crociera di cinque giorni in navigazione da Muscat, Oman a Safaga, in Egitto. La grande proiezione cartografica nel teatro principale della nave mostrava lo Yemen a nord e a sud, la Somalia. Ha usato un puntatore laser per mostrare un'area ad alto rischio, ma ha rassicurato tutti a bordo che l'area ad alto rischio non costituiva un grave rischio. Per non far luce sulla situazione, concluse che le navi mercantili erano state l'obiettivo principale dei pirati.

Come direttore delle crociere, Alison dovette partecipare a tutti i briefing per rispondere alle preoccupazioni e alle domande dei passeggeri. E 'stato un semplice piano manovrare la nave per evitare le barche dei pirati, aumentare la velocità, schierare un'arma sonora. L'equipaggio ei passeggeri non essenziali si sarebbero rifugiati sul posto fino all'emergenza.

Oggi Alison si è svegliata come faceva sempre prima del sorgere del sole. Il sole stava raggiante appena sotto l'orizzonte, e dalla nave era in atto una leggera brezza. Amava correre il suo allenamento mattutino sul ponte, nell'aria di mare, quando tutto era coperto da una leggera nebbia di rugiada. Il caldo non era poi così male, infatti, le piaceva. Essere sul Golfo era molto più umido di quanto si pensi al Medio Oriente.

La sua corsa faceva parte del suo rituale di crociera prima che la maggior parte dei passeggeri si svegliasse. La bionda alta indossava una camicia bianca aderente con il logo delle navi sopra un reggiseno sportivo e abbinava pantaloncini da corsa stretti. Non ha mai corso con la musica, quindi ha potuto salutare i passeggeri e gli altri membri dell'equipaggio e non ha mai coperto i suoi brillanti occhi blu con occhiali da sole.

Alcuni dei passeggeri maschi erano consapevoli del suo rituale e apparivano immancabilmente a una finestra o uscivano solo mentre si avvicinava.

Alison godeva di questo accarezzamento quotidiano del suo ego. Era una costante affermazione della sua desiderabilità sessuale, che lei debitamente annotava, e la riempiva anche di un vago senso di superiorità. E 'stato divertente prenderli in giro e lasciarli indulgere in una fantasia voyeur segreta. Era, come sempre, naturalmente educata, ma amava profondamente suscitare il desiderio di questi uomini e si prendeva un po 'di colpa colpevole per la loro leggera angoscia.

Alison rapidamente fece la doccia e si vestì. Scelse una giacca di seta grigia che mostrava la sua scollatura senza essere troppo rivelatrice. Aveva bottoni neri per abbinarsi ai suoi tacchi alti, la gonna abbastanza corta da essere sexy ma comunque professionale, non eccessivamente rivelatrice. Indossava le sue scorte alte coscia nere e portava sempre un perizoma.

Non ha mai voluto una linea di collant e sapeva che gli occhi sarebbero sempre stati maliziosi. Uomini e persino alcune donne, sperando in una vista per confermare se non indossava niente sotto i vestiti.

Alison aveva finito la colazione e arrivò al suo ufficiale quando ... non riuscì a respirare. Era terrorizzata. Non sapeva cosa stava succedendo. C'era un palpito opaco sul suo busto e un ronzio nelle orecchie. La nave aveva elencato per porto e ha perso il potere. Si nascose immediatamente sotto la sua scrivania e chiuse gli occhi. Fu un gesto istintivo futile come quando un bambino si nasconde sotto le lenzuola per paura della notte. La sua mente si chiuse in una palla serrata mentre chiudeva gli occhi. Voleva piangere ma stava ansimando. Cercò di affondare le mani nel tappeto nel disperato tentativo di scavare un buco nel ponte. L'adrenalina le scorreva attraverso il corpo ma era ancora congelata sul pavimento quando la nave raddrizzò e il potere tornò.

Come se un interruttore avesse agitato, i suoi occhi si aprirono. Aveva chiuso a chiave la porta del suo ufficio? Non che avrebbe fatto alcuna differenza se la nave fosse affondata.

La porta e l'intera parete anteriore erano vetri che guardavano il passaggio verso il ponte della passeggiata. Le pareti laterali erano solide, dietro di lei c'era lo scafo in acciaio con un grande oblò che portava a una goccia in mare. Divenne pericolosamente fastidioso quanto fosse cristallino il vetro frontale. Come poteva nascondersi nel suo ufficio? Non copriva mai le ampie finestre con manifesti o volantini. Ora, se avesse potuto, si sarebbe nascosta sotto un post-it.

Alison pensò che fossero stati attaccati ma non c'era un avvertimento sul sistema PA della nave. Non c'era nient'altro che il battito del suo cuore e il ronzio nelle orecchie. Aspettava che tutto fosse chiaro ... ma la nave non stava manovrando. Non aveva accelerato. Erano saliti a bordo?

Non si muoveva né respirava finché non era al sicuro.

Nel suo stato acuto, sentì la porta aperta. Era come se sentisse l'ondata d'aria disturbata dal suo movimento. Se fosse possibile congelare più, lo avrebbe fatto. La sua scrivania non andò fino al pavimento, ma pregò di non essere vista. "Amico o no, per favore, non vedermi" ... "Per favore!"

Il silenzio terrificante sembra durare per sempre ma è stato rotto con "Ci vediamo".

Era un accento strano di inglese rotto e non ti vedo ... "Per favore sii passeggero" pregò Alison. 'Per favore! Potrebbe essere un inglese come passeggero di seconda lingua. "

Faceva parte dell'equipaggio. Una volta scoperto, era suo dovere rivelarsi. Aveva la responsabilità di vedere la sicurezza e il comfort dei passeggeri.

Alison si muoveva in uno stato di trance. Si alzò con calma e si aggiustò giacca e gonna. Regolare il suo aspetto ... per ritardare, per evitare di guardare in alto.

Quando lo fece ... non riuscì a parlare ... in piedi davanti a lei c'era un somalo.

Poteva dirlo immediatamente con l'intenso sguardo inflessibile. Indossava una maglietta bianca macchiata di olio e acqua salata, i suoi bicipiti erano completamente esposti e pantaloni grigi bagnati, ovviamente senza biancheria intima. Il suo vestito in difficoltà si attaccava alla sua forma barbarica. Se non fosse per la situazione, il suo fisico alto e scuro avrebbe potuto essere sorprendente. La sua appendice poteva prendere in giro molte delle donne passeggeri e vergognare gli uomini.

Non sembrava armato. Alison aveva visto le foto della pistola armare di pirati con gli impacchi per la testa, ma sembrava un povero pescatore. Dovevano esserci uomini armati a bordo, per fortuna, non qui. Non ancora ... ma per quanto tempo.

Forse saccheggeranno la nave e se ne andranno. Coalizione Le forze navali pattugliavano costantemente la zona. Alison ha cercato di convincere se stessa, 'Sì, saccheggeranno la nave e se ne andranno. Provengono dalla nazione più povera del pianeta e non vogliono ferire nessuno. '

Durante l'allenamento, a tutto l'equipaggio era stato ordinato di non resistere in una situazione ostile. Non farebbe peggiorare la situazione. Dovevano sopravvivere e aspettare il salvataggio.

I suoi occhi indugiarono e un lieve sorriso si formò sul suo viso indurito, i suoi occhi scuri si restringevano. Alison poteva quasi sentirli bruciare dentro di lei. Lei aspettò che lui distogliesse lo sguardo e, quando non lo fece, finalmente ruppe il contatto visivo guardando in basso. Poteva sentire il suo viso arrossire.

Il pirata disse: "Fammi duro, mi fai del bene, io ti faccio".

Nonostante il suo comportamento primitivo e corretto, Alison aveva già fatto favori, non solo sulla nave. Era piuttosto abile nel dare lavoro a mani nude. In passato, questo l'aveva salvata molte volte dal dover andare oltre. Questo non sarebbe stato diverso, come ha detto "lo fa bene, lui la farà ... bene ...."

Poteva provare a resistere, "sarebbe solo peggiorato".

Anche lei. Fu per la sua sicurezza e per la sicurezza dei passeggeri a collaborare. Alison lentamente arrivò da dietro la sua scrivania e con grazia scese in una posizione inginocchiata, alzò le mani, legandole i capelli biondi in una veloce e sexy ciambella francese. Aveva imparato anni prima che un panino era un ottimo modo per impedire agli uomini di tirarsi i capelli.

Aprì le labbra e lasciò che il gallo nero entrasse nella sua bocca. Le enormi dimensioni della sua testa le davano dei problemi, ma lei cercò di fare del suo meglio, dondolando la testa e facendo scorrere la lingua su di essa. Si ritrovò a ondeggiare più profondamente mentre il suo cazzo le raggiungeva la gola e lei cominciò a ingoiarlo. La testa scivolò su e giù per il suo esofago. I suoi occhi erano chiusi e si stavano rompendo mentre lottava per dimenticare dov'era.

Lentamente, si abituò al grande invasore oscuro in gola e in bocca. Si rilassò e continuò a deglutire. Ben presto il suo naso si premette sui suoi peli pubici e Alison fu pieno di orgoglio per averlo inghiottito tutto. Alison cominciò a muovere la testa più rapidamente che poteva. Era piena di un senso di euforia mentre succhiava il cazzo gigante. La sua gola tambureggiava con ogni battito ritmico del suo polso.

Le sue mani si muovevano con il loro stesso pensiero. Aprì selvaggiamente il davanti per il suo completo grigio, i bottoni neri che volavano attraverso la stanza, liberando il suo seno dolorante, esponendo il suo slip di seta nera e argento. Alison per fortuna ha scartato la sua giacca aderente senza perdere un colpo. Voleva stuzzicare e modificare i suoi capezzoli e aumentare l'intensità della sua eccitazione.

Aprì gli occhi e alzò lo sguardo, amorevolmente. I suoi occhi si spalancarono quando ricordò chi stava succhiando. Non amava quest'uomo, odiava la feccia somala. Lui la guardava con disprezzo con un sorriso compiaciuto.

'Gross,' pensò. "Sto succhiando un nero e uno dei miei rapitori."

"Però ha un bel corpo." La vita difficile aveva scolpito un corpo di ebano duro, addominali piatti e un petto strappato.

La sua mano si alzò per impastare le sue palle mentre lei continuava a succhiare e a fissare il suo petto.

'Per quanto posso continuare a farlo? ' Pensò Alison. 'Non mi sto fermando. Scommetto che ha un sacco di sperma caldo per me ed è meglio nella mia bocca che altrove. '

Dopo trenta minuti .... la sua mascella cominciò a tremare, il suo collo divenne dolorante. Alison era preoccupata per il suo ritmo rallentato ... gli altri uomini, piccoli cazzi bianchi, sarebbero durati solo pochi minuti. Ma poi non aveva mai succhiato un cazzo nero.

"Smetti di giocare" si intromise, sollevando senza troppe cerimonie Alison ai suoi piedi instabili. Keeling da così tanto tempo che aveva perso la sensibilità nelle sue gambe. Lo stress della situazione, la consapevolezza che lei non era riuscita a toglierlo di dosso e il movimento costante le faceva girare la testa.

Le sue mani rapide liberarono rapidamente Alison da tutte le sue calze nere mentre cadeva in avanti sulla sua scrivania. La grazia e l'equilibrio svanirono rapidamente quando le sue gambe quasi senza vita si spalancarono dietro di lei.

Si guardò alle spalle mentre le mani forti dello sconosciuto le afferravano i fianchi. Le sue dita e i suoi palmi erano rozzi con i calli. La sua testa di cazzo si spinse in avanti dentro di lei.

"Ow! Oh Dio! Troppo grande, "disse Alison, scricchiolando la faccia per combattere il dolore.

La fica di Alison si strinse sulla sua asta nera e lei arrivò proprio mentre diceva qualcosa in un linguaggio non familiare. Ha tenuto il suo cazzo nascosto nella sua figa e Alison ha giurato che la testa doveva essere passata attraverso la sua cervice e direttamente nel suo grembo.

'Oh mio Dio!', Pensò Alison 'Io non sono sulla pillola!' Non come se potesse smettere di chiedergli di indossare un preservativo? Lo sentì spingere in avanti, di nuovo, e la pressione confermò che era saltato dentro il suo grembo fertile. 'Cazzo ... Cazzo! È enorme!

Lo ha fatto diverse volte sapendo che avrebbe portato Alison ad un nuovo livello.

Poi si bloccò, ma ogni tanto si fletteva, il movimento faceva tremare il suo corpo. Lui la stava prendendo in giro. Non aveva mai avuto un rapporto vaginale così intenso prima. "Potrei amare questo", pensò.

Alison non resistette quando la rovesciò. Sentì un brivido di lussuria attraversare il suo corpo quando vide il suo bellissimo gallo nero ora coperto dai suoi succhi. Presto stava sfregando la punta del suo cazzo nella sua fessura già gonfia e spingendo la sua asta in profondità. Mise le mani a coppa tra le sue braccia e la colpì con le spinte del suo cazzo.

Si allungò con le dita e allargò le labbra della figa per il grosso pistone nero. Incoerentemente, si lamentò. Alison ha sollevato il suo cavallo per salutare il suo cazzo e lo ha subito sentito riempire il suo grembo con un carico di sperma. Non aveva mai provato nulla di così lontano e il suo orgasmo era enorme.

Estrasse il suo cazzo dalla sua figa piena e sparò una ciocca di sperma sui suoi capelli biondi pubici rasati. Strinse ancora qualche goccia sulla sua pancia.

Alison si sentì sporco sapendo che il suo carico di semi era piantato in profondità nella sua pancia. Sapeva che il suo cazzo aveva spinto i suoi geni dominanti nel profondo di lei. Non che fosse una puttana del porto, che lo faceva regolarmente, ma questo era più profondo di qualsiasi sesso non protetto che aveva prima. Se l'inseminazione avesse avuto successo, i suoi recessivi tratti nordici caucasici sarebbero scomparsi per sempre dal suo lignaggio. Ma cosa poteva fare? Ha dovuto collaborare.

Si è vestito in modo spensierato ... Riuniti i resti sbrindellati degli abiti di Alison e la lasciarono chiusa nella sua prigione di vetro.

_______________________

Più tardi quella sera ... Alison avvolse velocemente il suo corpo nell'accappatoio portato dalle guardie. In precedenza aveva usato le calze per asciugare la sperma incrostata dal suo corpo, ma ora era scalza.

Era grata di avere una copertura da quando era stata mostrata nuda da stamattina. Le guardie armate non dissero nulla ma le fecero cenno di camminare tra loro. Non erano energici, ma la minaccia della violenza subalterna era implicita e compresa.

L'esposizione costante all'aria condizionata restaurata aveva un effetto evidente ei suoi capezzoli sembravano non interessati a scendere. Non le piaceva il modo in cui davano fastidio. Mai avuto. Camminando per i corridoi della nave, Alison non voleva che nessuno dei passeggeri o del suo equipaggio pensasse di essere stimolata. Eppure, la spugna ha abbracciato ogni capezzolo e la sua areola era visibile. Inoltre, aveva ancora odore di sesso.

Alison fu condotta in una delle cabine con una jacuzzi privata. Aveva fatto del suo meglio per rinfrescarsi e sperava di fare un bagno dopo gli eventi di questa mattina.

Vide due uomini neri già nella stanza. Un nudo nella vasca idromassaggio e la seconda attrezzatura. Fissò la telecamera e il set di luci. Non le piaceva l'idea della macchina da presa, ancora una volta, cosa avrebbe potuto fare?

Alison lasciò cadere l'accappatoio e lentamente entrò nella vasca idromassaggio, il più lontano possibile dall'uomo nero, senza essere ovvio. Fortunatamente, il modo in cui era seduto, era rivolto verso la telecamera. Alison sospirò mentre affondava nell'acqua calda e potenti getti d'acqua cominciarono a pulire il suo corpo nudo. Poi si fermò al centro della vasca idromassaggio, come Venus de milo, il suo corpo quasi perfetto privo di qualsiasi imperfezione.

Le sue due scorte armate e il cameraman fissarono avidamente il suo culo bianco e nudo.

Sapeva cosa lei era lì per fare, volentieri.

Alison guardò in basso mentre due mani muscolose si avvicinavano per coprirsi il seno. Il contrasto tra le sue mani nere scure e il suo seno da berretto da neve era incredibile. Li strinse forte, poi impastò i suoi globi carnosi. Osservò i suoi duri capezzoli comparire tra le dita prima che iniziasse a pizzicarle. Il contatto con i suoi capezzoli rosa ha provocato altri spasmi di eccitazione fino alla sua figa.

Ha liberato i seni, avvolto un braccio intorno alla piccola per la sua schiena e ha iniziato a far scorrere il suo uccello attraverso la sua fessura bagnata in un movimento ampio a largo. Alison sentì un terribile brivido attraversarle il corpo. Si è conficcato dentro di lei senza preavviso. Era ancora tenera da stamattina. Fortunatamente, è stata lubrificata dall'acqua e il suo grosso legnoso scuro si è infilzato forzatamente nella sua figa.

Alison non pensava nemmeno che un terzo del suo cazzo semi-eretto fosse dentro di lei quando lei venne. Aveva preso circa metà della sua asta quando smise di sborrare, ma un secondo orgasmo arrivò subito dopo il primo. Un terzo orgasmo seguì quello mentre la testa lo spingeva ancora più in profondità. L'ultimo orgasmo era così grande, Alison quasi svenuta.

Quando si riprese, la sua figa si sentì completamente imbottita di un gallo nero ancora in crescita. Stava lentamente ritirando la sua asta e spingendola di nuovo dentro. Le sue palle le stavano schiaffeggiando le cosce e sapeva che il suo cazzo enorme e duro era completamente sommerso dalla figa. Aveva preso l'intera cosa.

Alison, sedeva a cavalcioni sulle sue ginocchia, tenendo il suo cazzo nero nascosto nella sua figa. Ha lentamente iniziato a guidare. Ci fu un attimo di dolore oltre un certo punto e Alison si rese conto che un secondo gallo nero oltrepassava la sua cervice ed entrava nel suo grembo. Questo la fece sobbalzare alla realtà, era una prigioniera ... essere filmata ... fare del bene ... 'mi sentivo così bene'

Il desiderio primitivo di Alison prese il sopravvento mentre lei cominciava a rimbalzare sulle sue ginocchia mentre giocava con le sue tette ben fatte. La costrinse a succhiare quasi tutto il suo seno nella sua stessa bocca mentre faceva schioccare rapidamente la lingua sopra l'altro capezzolo eretto. Il duro trattamento la stava facendo impazzire. Non era mai stata maltrattata in questo modo.

Alison ha preso velocità, poi ha spinto verso l'alto fino a quando la testa era in lei e sperma mentre lentamente affondava nella sua asta. L'orgasmo era così grande, le sue gambe si spensero e lei sbatté forte il suo cazzo.

Alison provò a desiderare di rimanere calma e assorbire ciò che stava accadendo. La sua permanenza in silenzio era difficile, ma goderselo non era affatto difficile. Era così stordita, così lontana dalla precedente repulsione, da riserve così lontane e ben oltre il limite del desiderio. Voleva ... voleva che il suo torturatore la scopasse.

"Adoro il tuo co ..." iniziò a battere Alison. "Lo adoro. Ti amo. Ti amo, "gridò, mentre un getto dopo l'altro di un seme caldo si riversava nel suo ventre contratto. Lei lo ha incoraggiato volentieri. Ricordava il suo precedente orgasmo eiaculatorio e bramava senz'altro il suo secondo.

Alison aveva bisogno di sentire la profonda eruzione vulcanica. Il suo sperma caldo inondando la figa come lava. Il seme si raffredda lentamente, adattandosi alla propria temperatura corporea. Gli avvolse le braccia attorno al collo e lo tirò verso il suo petto ansante. Ha spostato le sue mani fino alla sua schiena e ha seppellito la sua faccia nei suoi seni. Tenendola stretta, quasi con amore, mentre entrambi scendevano dai loro orgasmi simultanei. Che altro poteva fare?

Alison sapeva che lo sperma nero stava nuotando nella sua fica per ore e sapeva che nulla avrebbe potuto impedirle di concepire un bambino nero. Era una questione di tempo. Lei, come il resto delle donne a bordo, sarebbe inevitabilmente impregnata.

Alison rimase paralizzata, amando ancora il cazzo nero che si contraeva e che era sepolto in lei, ma era piena di un pizzico di insicurezza. Aveva appena detto questo terrorista, lo amava. Perché stava provando sentimenti per un ragazzo che l'ha violentata? Era sotto costrizione, sì, ma si esibiva volentieri. Non c'erano prove del contrario.

Non aveva scelta. Il sesso è stato fantastico. Certamente scoprì la personalità interraziale tabù sottomessa che era rimasta inattiva per così tanto tempo.

Presto anche il mondo intero avrebbe visto la sua scoperta.


Swaziland Gangbang Seconda parte

Swaziland Gangbang Seconda parte

Continuando dalla prima parte: "Oh, a proposito, ho detto che stasera avevo invitato i tre ragazzi Swazi in giro per il cottage a bere? Hanno chiesto se potevano portare tre dei loro amici ben appesi. Ho detto sicuro, non vedo l'ora di una nuova fottuta sfida. Puoi servire le birre, ovviamente perché sono sicuro che si divertiranno a vedere il tuo pallido fallo pallido.

(Storie interracial)

Jenny Goes Black

Jenny Goes Black

"Jenny diventa nera" Mi chiamo Jenny e sono junior al college locale. Sono una ragazza piuttosto popolare, se potessi Sono una cheerleader per la squadra di atletica. Il mio ragazzo è il capitano di una delle due squadre di atletica nella nostra scuola. Sono anche uno studente di livello A. Perché di questo sono membro di un circolo di tutor per insegnanti / studenti.

(Storie interracial)